Articoli

Dona Ora ♥

“Il vero dono è un atto di coraggio, una forma di innocenza in cui non dobbiamo mai dimenticare le caratteristiche della rinuncia, della sottrazione, del "meno". Come nel "per-dono" rinuncio alla vendetta, così nel "dono" rinuncio al possesso e alla simmetria dello scambio. Nel dono è evidente che, rimanendo nel registro dell'avere, il "donatore" ha "qualcosa di meno", mentre il "beneficiario" ha "qualcosa di più". La magia del dono sta nel trasformare questo "meno" e questo "più", in un doppio "più" del registro dell'essere. Per questo il vero dono non è l'inizio di un processo, di un'illimitata catena di doni e controdoni. Al dono grazioso non risponde il dono futuro, il ricambio del controdono, ma la gratitudine presente che lascia essere il dono in quanto tale. Nel dono, in ogni dono, ciascuno dei due (perché il dono è sempre duale) è insieme, beneficiario e donatore, ciascuno dirà "grazie" all'altro. Propriamente non ci sono più un donatore e un beneficiario, ma due donatori, così come nell'ospitalità non c'è più un ospitante e un ospitato, bensì due "ospiti", come, del resto, i significanti di molte lingue consentono. Il dono si dona lui stesso e nel dono non c'è più proprietà. Il dono di sé di ciascuno è incommensurabile, è un assoluto plurale. Nel dono, si diceva, generosità e gratitudine sono due forme del medesimo atto gratuito”.
A. Tagliapietra 2002
 
 

Cooperativa Sociale Progetto Uomo

Via Romolo e Remo, 56 - 80126 Napoli - tel/fax 081.7283060

P.Iva e CF 07571900633

Copyright © 2012. All Rights Reserved.

Design by V&G